Archivi delle etichette: Fabrizio Ferraro

Gli indesiderati d’Europa

Sentieri scoscesi, aspre gole e forre invase dalla vegetazione, camminamenti interminabili, nello scenario selvaggio dei Pirenei sud-orientali, percorsi nei due sensi, a distanza di un anno appena, da personaggi diversi, il cui unico tratto comune è la fuga dai fascismi: nel ’39, i repubblicani sconfitti lasciano la Spagna e tentano di raggiungere la Francia – nel ’40, all’inverso, ebrei, antifascisti e stranieri, in cerca di salvezza (tra loro Walter Benjamin), lasciano la Francia, ormai nelle mani dei nazisti, per rifugiarsi in Spagna. Il cammino è inverso, uguale è la disperazione, il crollo di tutte le speranze, il peso della sconfitta, l’oscura premonizione di non trovare più asilo, di non avere più scampo. Dunque bisogna andare, raccogliere le ultime energie e regolare i propri passi, con disperata tenacia, secondo le asperità di sentieri mai percorsi. «La tradizione degli oppressi ci insegna che lo “stato di emergenza” in cui viviamo è la regola. Dobbiamo giungere a un concetto di storia che corrisponda a questo fatto. Avremo allora di fronte, come nostro compito, la creazione del vero stato d’emergenza…».

Alessandro Cappabianca, estratto dalla recensione al film di Fabrizio Ferraro, Gli indesiderati d’Europa (Filmcritica 687/688)

Annunci

FILMCRITICA 687/688

Il nostro Livre d’image di luglio/agosto con Cannes 2018, Jean-Luc Godard, Ulrich Kölher, Nuri Bilge Ceylan, Sergej Loznitsa, Fabrizio Ferraro, Todd Heynes e tanti altri…