Cannes ’70. I nostri film (2)

“Visages, Villages”. Tra fotografia e cinema, tra vita e cadrage, un tour de France di una ragazza di 88 anni, la regista Agnès Varda e uno street artist, JR. Una risignificazione dei luoghi attraverso i volti che si espandono nella gigantografia. L’ ultima tappa è una visita a Rolle, alla casa dell’ amico di un tempo Jean-Luc, che non apre la porta ma lascia un messaggio, crudele.

“West of the Jordan River”. Ancora un ritorno, 35 anni dopo “Field Diary”, in Cisgiordania e nella frantumazione reale e simbolica di Palestina e Israele. L’ architetto Gitai ama e filma con amore chi si impegna, anche con la telecamera, a costruire i ponti e non a distruggerli.

“Le Vénérable W.” Barbet Schroeder approda in Birmania, interroga la Storia, i fanatismi religiosi vestiti di arancione, un buddismo tinto di sangue a cui viene data la parola. È ancora e sempre sul comment ça va dell’ immagine che si gioca il discorso del potere, mostrato in tutte le sue ambiguità e implicazioni economiche e sociali.

a.p.  d.t.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: