FILMCRITICA 669/670: Ereditare

Dall’editoriale di Edoardo Bruno

“La nostra eredità, la nostra cultura, non è preceduta da nessun testamento” l’aforisma di René Char, rivisitato da Hanna Arendt in La crisi della cultura, ci chiede di ripensare insieme l’altra volta, il presente, e il dopo (G. Didi-Huberman). La nostra eredità sono le mille e mille pagine dei 670 numeri della nostra rivista, viaggio nella Storia, nell’Arte e nella Filosofia, una eredità nostra, che è anche una promessa, un impegno.
Ereditare significa anche re-inventare, re-immaginare i nostri tesori e ripercorrere le tappe del sapere, le più fondamentali e le più urgenti, come i documenti visuali di Aby Warburg (1866-1929), in particolare per noi, le mnemosyne, prese di posizione, tra gli altri, di Walter Benjamin, Pier Paolo Pasolini, Roberto Rossellini, Jean-Luc Godard, Straub-Huillet, Manoel de Oliveira, Raul Ruiz…
Significa valorizzare il passato per capire e conoscere meglio il presente, coniugare il cammino percorso al cammino da percorrere; e questo, con il rinnovare la promessa dell’abbonamento per gli abbonati e sottoscrivere un nuovo abbonamento per i lettori, che è ancora oggi l’unico contributo per superare le mille difficoltà finanziarie e non disperdere quello che si è seminato in oltre 66 anni di ‘alta gioventù’.
e.b.

copertina-669-670

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: