” Che fare?”

in anteprima l’ editoriale di Edoardo Bruno pubblicato nel prossimo numero della rivista, in uscita

” I Premi David di Donatello hanno dimostrato la scarsa qualità dei film italiani; non parliamo di poetiche, ma delle impostazioni, delle scelte, di un cinema, che potremo dire di Stato, dato che di tratta di film approvati col nulla osta governativo. Una produzione grigia e ripetitiva: dov’ è l’ invenzione, dov’ è l’ avanguardia, dov’ è lo spirito innovativo che porta a riscrivere la lingua del film? Quest’ anno a Cannes siamo presenti solo nelle sezioni collaterali dove abbiamo accettato la sfida con ” Fai bei sogni” di Marco Bellocchio. Come rivista invitiamo intanto i nostri lettori ad un’ altra sfida: diventare i nuovi ‘filmmakers’ in grado di superare la barriera di conformismo. Ritornare al documentario, riprendere il discorso di Wiseman, portando avanti la sua lezione di non disgiungere suono e immagine, di seguire il ritratto dell’ uomo e la sua cultura, tornare possibilmente al superotto, alla pellicola, come nuovi strumenti del ‘ nuovo’. Ritornare all’ esattezza della ripresa e al miracolo del montaggio, per un cinema del verosimile.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: