da Cannes 2016. I nostri film (3)

Visto in 2D e già sognato, come probabilmente uscirà in sala, in 3 dimensioni. Il gigante e la bambina. Mark Rylance da imperturbabile spia sovietica a gentile ‘BFG’, fabbricante di sogni. Steven Spielberg rimette in circolo tutte le impronte indelebili del suo cinema, da ‘Duel’a ‘Hook’, da ‘ET’a ‘Salvate il soldato Ryan’ riconfigurandole in una coloratissima, caleidoscopica e fantasmagorica’fantasia’ tra Méliès e Lumière

Tracce persistenti di J.L.Brooks e B.Edwards nel sorprendente ‘Toni Erdmann’ di Maren Ade. il corpo e i tempi contingentati di ‘una figlia in carriera’ vengono progressivamente incrinati e alla fine sconvolti e letteralmente messi a nudo da un padre che usa lo humour e il trucco come arma di sovversiva dolcezza. Quasi tre ore di durata al termine delle quali, ancora una volta, ‘qualcosa è cambiato’

Al suo secondo lungometraggio, ‘I giorni felici verranno presto’ Alessandro Comodin si misura con coraggio (inoltrandosi spesso con la macchina a mano) dentro sonorità e spazi, echi del mondo straubiano. Narrazione intenzionalmente lacunosa, crepacci nelle storie e nel tempo filmico ai confini del buio

a.p. d.t

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: