da Cannes ( 1 )

il festival già dai primi giorni sta esplodendo, code di ore per entrare nelle sale anche per noi accreditati, difficoltà quindi di vedere i film e aggiornare il blog. Inspiegabilmente attaccato e letto in chiave quasi esclusivamente sociologica da molta stampa il film di apertura di Emmanuelle Bercot

‘ La tete haute ‘. Solo in superficie un melodramma giudiziario, solo in apparenza domina l’ azione regolamentatrice della Legge su un’ adolescenza ribelle e ‘ deviante’ , prevale invece un realismo duro e asciutto che impregna i corpi e le immagini e mostra i sentimenti al lavoro. Finale commovente e rosselliniano, per niente consolatorio nè moralistico. Le scale di un palazzo di (in) giustizia discese dal ragazzo a testa alta col suo bambino in braccio liberano un ‘ immagine tempo intensa , potente e già indimenticabile.
..e poi Mad Max , incandescente e esplosivo..ci ritorneremo

a.p. d.t.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: