Auguri a Rossana Rossanda, compagna resistente

da tutti gli amici di Filmcritica

l43-manifesto-rossana-rossanda-120208195739_big

“Dal settembre del 1943 all’ottobre del 1945 è un tempo che mi è parso lunghissimo. Raggiungere la Resistenza era stato semplice, la rete attorno all’università era funzionante, era bastato far sapere a Banfi che ero pronta.  Più duro fu arrendermi alla realtà, scalciando per non aver capito che alle tempeste del mondo non si sfugge, l’irrimediabile malinconia di papà ne era la prova. M’ero sognata che studio e lavoro me ne avrebbero tenuta fuori. Peggio, qualcosa di molto interiore deve avermi detto, come alle sorelle di sesso che guardavo dall’alto in basso, che in ogni caso a una donna non succede quel che era successo a Renato Serra, scampano alla trincea – la guerra sarebbe rimasta una frequentazione facoltativa.
Invece mi era venuta addosso, e implacabili erano le domande che assalivano una ragazza disposta a rimproverarsi la cecità piuttosto che ad assolversi con l’argomento che non è a lei che tocca capire. E una volta sbattuto il muso sullo stato delle cose c’era poco da elucubrare, o di qua o di là, o con i fascisti e i tedeschi o con il brandello di un altro paese. se pur riusciva a formarsi, perchè era tardi; l’ansia del tempo perduto non mi ha più lasciato.”

( da Rossana Rossanda, La ragazza del secolo scorso, Einaudi, Milano 2005, p. 77)

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: