FILMCRITICA PASOLINI

cinepresa03

 

Ripubblichiamo il testo di una lettera che Pier Paolo Pasolini scrisse a “Filmcritica” alla fine degli anni cinquanta.
Caro Edoardo,
ti ringrazio di aver pensato a “La notte brava” per il numero natalizio di Filmcritica. La cosa non è priva di significati, a parte l’implicito consenso per il testo.
Ti mando due brani: l’inizio del film fino al funerale del Mosciarella, e la parte centrale, l’episodio dell’ala rubata. Il primo brano servirà di introduzione e di campione per il “filologo” (quando, finalmente, ci si occuperà di cinema filologicamente) che volesse operare nei confronti tra testo scritto e testo girato. Il secondo brano invece è quasi del tutto solo scritto, perché nel film, la scena si è ridotta ad un moncone, mentre nella sceneggiatura è un vero e proprio episodietto. È abbastanza interessante che esca completo nella tua rivista perché, come forse saprai, darò prima o dopo a Garzanti un racconto che si intitolerà appunto “La notte brava”, e che sarà la riduzione narrativa della sceneggiatura. Vero e proprio monstrum delle nuove lettere. In tal racconto la parte centrale sarà l’unica cambiata: sarà cioè molto più realistica e infinitamente meno natalizia. Perciò questo episodio dell’ala vedrà la luce solo in Filmcritica. Piccola pezza d’appoggio per il “filologo” inesistente.

Grazie ancora e molti auguri per la tua rivista

Pier Paolo Pasolini.
(novembre 1959)

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: