Monthly Archives: dicembre 2013

stop the pounding heart

minervini

 

La pesantezza dei corpi, compreso quello di Sarah, è l’altra faccia della loro innocenza. Da questo punto di vista, non c’è sostanziale differenza tra Corpi umani e Corpi animali, tra i farmers e le capre che allevano – perfino tra i tori e chi li cavalca nei rodei. O meglio, la differenza si palesa forse solo alla fine, quando Sarah, non si sa bene perché, indossa uno splendido vestito bianco di foggia ottocentesca, col quale incede nel recinto degli animali, pieno di fango, e il fango non la sporca.

Di questo film  parlo nel n.640 di Filmcritica, ma segnalo anche la bellissima conversazione di Daniela Turco con Roberto Minervini nel n.639.

a.c.

Annunci

FILMCRITICA N. 640

Regalati “Filmcritica” per natale!

E’ uscito il nuovo numero di dicembre.

Per saperne di più vai su:

http://www.filmcritica.net

oppure direttamente alla pagina dello shoponline:

http://www.flows.tv/store/books/content/108|54f9c3d34304d6a801430685dcb30004?channel=108

COP.FILM 640_COP.FILM590

ADDIO A JOAN FONTAINE

MNEMOSYNE: IL CORPO RIPORTATO IN VITA

???????????????????????????????

il film del secolo

“Molto più tardi, venti anni dopo, Galvano Della Volpe mi avrebbe fatto riflettere sullo ‘specifico filmico’.

Lo avremmo scoperto nel ’68 sulle pagine di ‘Filmcritica’, la rivista di cinema  più originale e aperta al dibattito teorico internazionale,al formalismo, allo strutturalismo, alla psicoanalisi e al decostruttivismo…e anche quella più rigorosa contro i bizantinismi contenutistici  delle più ortodosse  ‘Cinema nuovo’e ‘Cinema sessanta’. Della Volpe  aveva contribuito a fondare ‘Filmcritica’ nel 1950 con Roberto Rossellini,Umberto Barbaro ed Edoardo Bruno, e nel mensile scriveva anche un suo allievo neokantiano Emilio Garroni.Lo scontro critico tra ‘Filmcritica’ e ‘Ombre rosse’ , formalisti contro contenutisti, per semplificare, fu parallelo e in parte simile a quello politico tra’il manifesto’ e ‘Potere Operaio’ da una parte, che  esploravano  sentieri mai praticati  del marxismo, e ‘Lotta continua’ e i gruppi marxisti-leninisti(emme-elle) dall’altra.’il manifesto’ e ‘Filmcritica’ comunque esistono ancora…” (dal volume di Rossana Rossanda  con Mariuccia Ciotta e Roberto Silvestri Il film del secolo Bompiani 2013) .