FESTIVAL DI VENEZIA: FUTURE RELOADED

Un minuto, massimo novanta secondi. E 70 registi. E, soprattutto, una linea potentissima fra malinconia pellicolare e miniaturizzazione del dispositivo, sua agilità e leggerezza e sparizione e fantasmaticità, da padre in figlio, da madre in figlio: Bertolucci che corre sulla sua carrozza d’oro sui sanpietrini romani e vola infine calzando scarpette rosse; Schrader che infrange la passeggiata più fashion newyorchese con la sua mdp octopus, che diffonde milleocchi dove forse non rimane che un deserto; Tsukamoto che giunge all’aleph dei dispositivi, sempre più dimentico della macchina che ci percorre le vene (e infine il suo film lo gira la figlioletta).

…(e poi Bressane, Naderi, Diaz, Hellman, Jacquot, Ki-duk, Lanthimos, Denis… torneremo su questi volti…)

qui sotto un’immagine dal segmento sublime di Monte Hellman

venice-film-festival-shorts

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • Erasmo  On agosto 29, 2013 at 3:48 pm

    Com’è possibile abbonarsi alla rivista?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: