ANCORA “IO E TE”: PER LA RIVOLUZIONE ANDATE SOTTOTERRA

Io e te è un vero colpo di vento. Un giro di abbracci. E val bene scendere anche sottoterra pur di rivoluzionarla la vita. Se il fuori è tutto l’armamentario banalmente sociologico e di scarsa utilità antropologica dello scialbo cinemino italiano (l’Italia dei licei, delle settimane bianche, dei genitori che si separano, della psicanalisi, delle mamme che non capiscono i figli e dei figli che rinunciano a spiegare, altro che tre metri sopra il cielo, l’unica possibilità è tornare ‘underground’), dentro non c’è claustrofobia ma l’invenzione dell’universo, stella dopo stella, pianeta dopo pianeta (come le formiche laboriose che ossessionano Lorenzo). Giustamente Bertolucci segnala l’importanza di essere tornato a girare in italiano, essendo un film così anzitutto la riconquista di una lingua cinepolitica e la dismissione della pletora sfiancante di linguaggi che si avvicendano là fuori come scorie impazzite. Una cantina per due ragazzi soli non è uno spazio chiuso, ma un muro scorrevole, questa sí una lanterna magica che muta e trasforma lo spazio stesso a ogni inquadratura, a ogni sguardo, a ogni contatto, a ogni piano. E la luce è un trasalire continuo come la scoperta della vita quando passa per il lutto e per il sogno. Una storia di fantascienza (Bowie) che diventa una canzone d’amore (Mogol): tutto è possibile qui sotto, anche ritrovare gioia nella pastosa malinconia del 35mm. E adesso risaliamo. (l.e.)

 

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: