film “teatrali”

Ci sono film “teatrali” in quanto teatrale è la loro origine – film tratti da qualche pièce, che tuttavia non siano teatro filmato, ma esaltino particolari ( e meno frequentate) categorie del cinema (“durata” dell’inquadratura, prevalere del piano/sequenza o addirittura della macchina fissa, recitazione estraniata, ecc.). Esempio più recente: O Gebo e a sombra di de Oliveira. E ci sono film “teatrali” nel senso d’essere ambientati nel cosiddetto mondo dello spettacolo, che presentano a volte brani di messa in scena e, più di frequente, porzioni di fuori-scena (di “dietro le quinte”): qui il ritmo cinematografico può svilupparsi nel suo dinamismo tradizionale – ma in tutti e due i casi, la contaminazione è feconda, proprio in quanto moltiplica il senso, mettendo in relazione pratiche testuali diverse e trattamenti diversi della flagranza corporea degli attori. Prendiamo p.e. Matthew McConaughey, in Killer Joe e in Magic Mike

a.c. (continua su Filmcritica)

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: