Monthly Archives: agosto 2011

in partenza per venezia, alcuni dei nostri sguardi in anteprima

a.p.

Annunci

cinema all’ aperto ( 12 ) Rosselliniana 3

lezione di storia,une vraie histoire

cinema all’ aperto. Intermezzo

a.p.

cinema all’ aperto ( 11) Rosselliniana 2

Socrate ci insegna a pensare, a leggere, a scrivere, a filmare

 

a.p.

cinema all’ aperto. Intervallo

fantasia rosselliniana

a.p.

cinema all’ aperto (10) . Rosselliniana 1

Lezioni di vero

a. p.

cinema all’aperto (9): PER RAÚL RUIZ

L’ultimo capolavoro di Ruiz:

Mistérios de Lisboa

 

 

cinema all’aperto (8): PER RAÚL RUIZ (2/2)

 

 

 

 

(fine)

 

l.e.

cinema all’aperto (8): PER RAÚL RUIZ (2)

Ancora un Ruiz raro, che così descrivevamo nella bibliografia del nostro libro, Ruiz Faber (Minimum Fax, 2007), dedicato al Maestro:

La Expropiacíon 1971 lungometraggio, fiction, 16mm, Cile, col., 60min. Regia : Raoul Ruiz Interpreti : Jaime Vadell, Nemesio Antúnez, Delfina Guzmán, Luiz Alarcón. Con la collaborazione dei contadini del sud del Cile e della CORA (Corporación de la reforma agraria) Direttore della produzione : Raoul Ruiz Fotografia : Jorge Müller, Adrian Cooper
Montaggio : Valeria Sarmiento  Suono : José de la Vega
Sinossi : Il film è un omaggio alla Hammer e a Terence Fisher. Racconto paradossale, mondo alla rovescia. In piena riforma agraria un grande proprietario si vede costretto a cedere la terra ai contadini. Questi, contro ogni buon senso, rifiutano. Girato in quattro giorni e quattro notti nel 1971, terminato a Parigi nel 1973. “La Expropriacíon vuole essere una sintesi di un momento politico in cui la destra faceva la sua ricomparsa. Abbiamo utilizzato tutte le risorse cinematografiche che ci venivano in mente, dall’intervista allo psicodramma, dalla parodia di film televisivi ai film di vampiri” (Raoul Ruiz).

 

 

 

 

 

(continua)

 

cinema all’aperto (7): PER RAOUL RUIZ

Ancora per Raoul Ruiz, tre rarità brevi:

 

Ombres chinoises (1982)

7 Faux racords (1984)

Le Film a venir (1997)

 

 

 

 

 

l.e.