Roma di Theo Eshetu

C. G. Jung non volle mai visitare Roma: aveva paura che l’incontro con questa città esercitasse un impatto troppo violento sulla sua psiche.

Roma, video su tre schermi (quasi un’istallazione) dell’etiope-olandese Theo Eshetu, girato nell’arco di una decina d’anni, parte da questa fobia, cercando di capire (in un certo senso) di cosa avesse paura Jung.

Del resto, anche Freud aveva i suoi problemi con Roma – salvo assumerla, in quanto città archeologicamente a molti strati, come modello dell’inconscio.

Gli psicanalisti, allora, proverebbero una certa diffidenza nei confronti d’una città che era stata scelta (da Freud) come un modello dell’inconscio? Come mai?

A lungo aveva esitato, anche Freud, a compiere questo viaggio, giungendo una volta addirittura fino a Orte, prima che un attacco particolarmente virulento della sua fobia lo costringesse a tornare indietro.

Nel caso di Freud, si è trovata una spiegazione nel fatto che egli, da giovane, si era fortemente identificato nel cartaginese Annibale, eroe sfortunato e solitario, nemico giurato di Roma – e nella Chiesa romana, d’altra parte, era possibile vedere un’istituzione niente affatto tenera nei confronti degli ebrei. Ma nel caso d’un non-ebreo come Jung?

Molte risposte sono possibili, e tutte complicate. Il film di Eshetu si presta a tentare di darne qualcuna: se Roma è territorio d’elezione del Mito, del Sacro come tremendum, è possibile assumerla come modello dell’inconscio solo a distanza perché, sul posto, spiccherebbe troppo l’appartenenza di questo modello al versante del Mito, più che della Scienza. Ci sarebbe dunque opposizione, tra territorio dell’Inconscio e territorio del Mito? Al contrario: il territorio del Mito, in quanto luogo degli Archetipi, costituirebbe lo scenario oscuro sul cui sfondo a-temporale si disegnerebbero le figure anche troppo familiari dell’Inconscio.

(continua su Filmcritica cartacea)

a.c.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: