Her absence filled the world

Non ci sono dialoghi nell’opera di William Kentridge, che accoglie piuttosto pensieri, parole sparse nelle immagini, incastonate come ulteriore elemento visivo e politico, ma anche suoni, i rumori della città, della folla, dell’acqua che esce dai rubinetti e inonda lo spazio, o il rumore del mare sulla spiaggia . “Her absence filled the world”, si legge in questo episodio di Soho Eckstein Films, Sobriety, obesity & growing old (1991). Parole come macigni, che urlano nel silenzio che avvolge le inquadrature…

g.p.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: