carmelo bene

“Nulla esiste. E ammettendo che esista, non potremmo conoscerlo. E se ci fosse possibile conoscerlo, non avremmo modo di comunicarlo.”

Sono parole di Gorgia, rivolte “come un ceffone” a Parmenide (l’inventore dell’Essere) che Carmelo Bene citava nel secondo dei Quattro Momenti su Tutto il Nulla.

Ma la Voce (la phoné), quella voce (quella di Bene) è quanto si sottrae al Nulla, nel momento stesso in cui lo lascia balenare. Ciò che si incarica di presentare Tutto il Nulla, paradossalmente è qualcosa.

 

a.c.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: